Come inserire link interni ed esterni per migliorare la SEO

Cos’è il link juice, perché i link nascosti non vanno bene, quando usare il tag nofollow e a quali parole bisogna collegare il link: ecco tutte le best practice per inserire link interni ed esterni


Sia che tu abbia un sito su WordPress oppure no, ricordati di inserire un link a un sito esterno e uno al tuo stesso sito in ogni post che scrivi, perché migliora la SEO di un contenuto: ecco perché vanno inseriti con metodo.

Ti sei mai chiesto perché inserire link e ricevere backlink sia così importante?

Per ogni ricerca, Google deve scansionare un’enorme quantità di dati e poi restituire i contenuti migliori in un indice organizzato per pertinenza: molto del valore di un contenuto dipende anche dai backlink, cioè da quanti link esterni riceve una pagina: è un dato indicativo della sua autorevolezza, altrimenti verrebbe citata, giusto?

Il valore che passa attraverso i collegamenti: cos’è il link juice

Link Juice

Ma come si misura l’autorevolezza di un contenuto? Ogni volta che inseriamo un link, cioè un collegamento ipertestuale, trasmettiamo del link juice, ossia del valore.

Non tutti i link hanno lo stesso valore

Attenzione: non basta inserire un link interno al nostro sito per comunicare valore, devi sapere che:

I link ricevuti da un sito esterno che tratta argomenti correlati al tuo trasmettono valore (link juice) al tuo sito.

Ecco perché realizzare un’attività di link building è così importante.

A cosa servono i link esterni

Link esterni, link interni

Inserire link a un sito esterno, soprattutto se autorevole, contribuisce a migliorare la qualità del tuo contenuto, meglio ancora se all’inizio del pezzo: in quel caso il sito che citi riceverà molta parte del link juice della tua pagina; se citi siti dai contenuti di bassa qualità o, peggio, ricchi di spam, non sarà certo un’attività utile a te o ai tuoi contenuti: quindi attenzione a scambi di link che Google classifica come black hat, penalizzando i siti in questione.

Link nascosti del codice: perché evitarli

link nascosti

Anche nascondere link nel codice è una pratica che il motore di ricerca non vede di buon’occhio, perché la classifica come sospetta, quindi è meglio che i link all’interno di un contenuto si distinguano dal testo, magari attraverso il colore, quindi fai attenzione a essere sempre trasparente con lettrici e lettori.

Come ottimizzare link esterni ed esterni

Qual è il modo migliore di inserire un link?

  • Evita di collegare il tuo link a parole e frasi troppo generiche come clicca qui, ma collegalo a frasi che spieghino il contenuto della pagina alla quale stai linkando: sia gli utenti che gli spider Google capiranno subito di cosa si tratta.
  • Se ritieni che il link non sia utile, inserisci il tag no follow (oggi WordPress offre questa possibilità non appena inserisci un link), in questo modo il link juice della tua pagina non verrà trasmesso e i bot di Google non seguiranno quel link nella loro scansione.
best practice link interni ed esterni seo

Quindi, ricapitolando:



  • Inserisci solo link a fonti autorevoli
  • Fa’ sì che il link sia ben visibile
  • Collega il link a una frase esplicativa, non a parole generiche
  • Valuta se inserire il tag nofollow

E per finire, ecco una breve guida su come scrivere un articolo in ottica SEO in 8 passaggi. Buona scrittura!

Credit foto: Sergey Zolkin

Leave a Comment